Dalla selezione dei migliori pistacchi siciliani, coltivati da secoli sulle sciare nere dell’Etna, nasce questa specialità morbida e gustosa. I pistacchi di Sicilia sono dolci, delicati e aromatici. Gemme verdissime e preziose, con lievi venature rosa, vengono prodotti in piccole quantità da un’agricoltura antica e di montagna.


Il colore è naturale, verde pallido tendente al beige. La struttura è rotonda e la consistenza liscia. La componente dolce è bilanciata da una nota sapida caratteristica del frutto. L’aromaticità è delicata ma piena, tipica di un prodotto naturale senza l’aggiunta di aromi.


INGREDIENTI

 

Latte magro reidratato, zucchero, pasta di Pistacchi di Sicilia 7%, sciroppo di glucosio, burro, destrosio, granella di Pistacchio tostata 1%.
Stabilizzante: farina di semi di tara.

 

Solo ingredienti naturali e genuini. Non contiene conservanti, coloranti, né aromi. Lo stabilizzante adoperato è la farina di semi di tara, che è una carruba peruviana.

 

Temperatura di conservazione: Conservare in freezer a -18°C.

PROVENIENZA

 

Bronte, Adrano e Biancavilla sono piccoli comuni alle pendici dell’Etna, nella Sicilia orientale, in provincia di Catania. Sono caratterizzati da un microclima ideale e da terreni vulcanici.


PROPOSTE

 

Abbinamenti: Perfetto con un Marsala Vergine. Da sperimentare in compagnia di birre artigianali con presenza di lieviti.

 

Ispirazione: Stupisce servito in inverno in compagnia di una tisana alla melissa, per un intenso brivido caldo-freddo. A Natale rende imperdibile un panettone artigianale.


MISE EN PLACE

 

Modalità di servizio: Dopo aver estratto il barattolo dal freezer attendere qualche minuto prima di servire.

 

Tecnica di servizio: In una coppetta, in un cono o in una brioche (uno speciale pane tondo e soffice, tipicamente siciliano, spesso sovrastato dal classico “tuppo” o “cozzo”: irresistibile con gelato e panna montata). Suggeriamo di usare l’apposita spatola o un cucchiaio da cucina per servire. Da evitare il porzionatore per palline.


DOWNLOAD